Vigevano Smart
mercoledì 03 luglio 2013

 VIGEVANO SMART

 

Vigevano Smart: grazie allo sforzo congiunto tra Rotary Vigevano Mortara, Rotaract della Lomellina e Seac02 srl, Vigevano è la prima città dove, inquadrando i monumenti con il proprio smartphone è possibile vederli riconoscere ed accedere a contenuti multimediali potendo scoprirne la storia, le curiosità, ammirare foto e video, grazie all’applicazione gratuita ar-code (© SEAC02). Questo progetto permette di considerare Vigevano la prima città in realtà aumentata d'Italia"

 Per il download  dell’app sia su Apple che Android clicca: www.ar-code.it

 

 

 

 

 

La città di Vigevano (provincia di Pavia e 30 km da Milano) è diventata “città intelligente” ed i suoi monumenti  “comunicano” direttamente con i turisti che la visiteranno. Vigevano, tra le prime città del mondo a sfruttare questa tecnologia, dispone di un innovativo sistema di ausilio alla guida della città basato sulle avanzate tecnologie della  realtà aumentata.

 

Nelle guide tradizionali, sia quelle cartacee che nelle loro copie digitali ormai disponibili anche su smartphone e tablet, il turista sfoglia la guida, cerca il monumento o il particolare punto di interesse e poi, con l’ausilio di mappe più o meno interattive lo localizza fisicamente. Un modo di fruizione molto classico e pensato spesso più per il PC di casa che per una visita turistica. In Vigevano Smart è la realtà che diventa attiva: i monumenti si animano, comunicano con il visitatore e gli presentano informazioni testuali, immagini, filmati, commenti audio che raccontano la loro storia e le loro caratteristiche, direttamente sul posto mentre il visitatore li osserva. La realtà si arricchisce di informazioni digitali e multimediali: lo smartphone è lo strumento con il quale il visitatore accede a questa nuova dimensione digitale, e la città, Vigevano, diventa “smart”, intelligente.

Il tutto attraverso un App totalmente gratuita da scaricarsi sia in ambiente Android che in ambiente Apple.

Vigevano Smart sfrutta la piattaforma di realtà aumentata AR-Code sviluppata dalla società torinese SEAC02. La società ha curato l’integrazione nella piattaforma delle informazioni multimediali raccolte e realizzato un’apposita infrastruttura software per la successiva espansione del progetto, per l’inserimento di nuovi monumenti ed il caricamento di ulteriori informazioni per il successivo sviluppo dell’iniziativa. Al momento attuale sono 11 i monumenti attivati: il Castello in tutte le sue parti (il Maschio, le scuderie, la falconiera, la Torre del Bramante e la Loggia delle Dame), la Piazza Ducale, il Duomo e la chiesa di San Dionigi. Altri dieci monumenti saranno aggiunti prima delle fine del 2013 e 37 in totale (la quasi totalità dei monumenti cittadini) saranno attivi  entro giugno 2014. AR-Code utilizza una connessione Internet su rete 3G con minima richiesta di banda, ma potrà anche sfruttare, non appena disponibile, la rete WI-FI gratuita che l’Amministrazione Comunale ha in progetto di realizzare per il centro storico della città.

Di prossima realizzazione itinerari tematici, la geolocalizzazione dei manufatti, la possibile estensione ad altri oggetti (ad es. i contenuti dei musei cittadini, interi scorci della città o dei suoi dintorni) e tanto altro ancora.

AR-Code è stato recentemente presentato al Augmented World Expo, la più grande fiera di realtà aumentata che si svolge annualmente a Santa Clara, California ed è stato nominato come Most Innovative Use of Augmented Reality 2013.

 


 
Pros. >