Vincenzo Parea - UNIVERSI CROMATICI

A cura di Associazione Amici di Palazzo Crespi

Mostra

Dal 15-06-2024 al 02-07-2024
Strada Sotterranea del Castello di Vigevano
Via XX Settembre, Vigevano
Sabato 15 giugno, alle ore 17,00 presso la Strada Sotterranea del Castello Sforzesco di Vigevano, si inaugurerà la mostra “VINCENZO PAREA – Universi cromatici”. L’evento intende rendere omaggio all’artista scomparso nel gennaio del 2023 con la presentazione di una selezione di opere, scelte da Vincenzo Pellitta e Edoardo Maffeo, che ben rappresentano il meglio della produzione ultima e più matura dell’artista.
Esponente della linea costruttivista della pittura italiana contemporanea, Vincenzo Parea, nato nel 1940 a Vigevano dove ha sempre vissuto e lavorato, sin dalla fine degli anni Sessanta ha rivolto il suo interesse ai valori analitici del colore, e alla dimensione emozionale della luce, attraverso l’approfondimento dei valori strutturali dell’immagine dipinta.
Nutrito dagli esiti e dalle preziose esperienze dell’avanguardia aniconica degli anni ’60 e ’70, l’opera di Vincenzo Parea ci conduce con raffinata essenzialità verso l’esperienza totalizzante della pittura “originale”. Quasi inutile sottolineare che al centro delle domande e della ricerca dell’artista ci fosse la visione del colore colta nei suoi eventi illimitati, nelle cangianze mutevoli della luce, nelle tensioni immaginative tra il visibile e l’invisibile. Colori puri, delicati e lirici che a seconda degli scenari scelti paiono sovrapposti o differenziati, coalescenti o disgiunti, mentre il lavoro si evolve per convergenza di nuovi giustapposti. Il colore, quindi, come tramite di un’azione e la traccia di un pensiero, d’una urgenza emotiva; pigmento trattato con cura “alchemica” e la scelta di agire attraverso un solo tono che, mai assoluto e totale, si muove in continue rarefazioni ed addensamenti fino a raggiungere un esito formale onirico, a tratti esoterico
Se il vocabolario e la grammatica sembrano a prima vista essere ostinatamente ridotti a un repertorio “limitato”, quasi minimo nella sua estrema economia di mezzi, la sintassi rimane ricca di espansioni e la sua pittura, pensata e meditata, si apre a nuove formule e nuovi lessici. Vincenzo Parea ha sempre lavorato sulla “bassa percezione”, le sue opere cioè devono essere osservate a lungo per vedere affiorare sulla superficie la composizione fatta di segni e di colori. Davanti ai suoi quadri e dopo la lenta osservazione lo spettatore resta sempre nel dubbio se sia il colore a fare la luce o se sia la luce a creare il colore. Un dilemma che neppure noi siamo riusciti a sciogliere, ma poco importa perché, come ha scritto Alberto Veca, “accostando tra loro più dipinti di Parea sentiremo ora la voce di “quel” rosso, di “quel” blu, di “quel” nero. Ed essa colpirà non tanto la nostra percezione quanto la nostra anima. Ne avremo emozione e sentimento o, insieme, una vibrazione totale libera da condizionamenti.”
L’evento è organizzato da Ass. Amici di Palazzo Crespi, Ass. Genti Lucane, Astrolabio e gode del patrocinio di Rete Cultura Vigevano e del Comune di Vigevano.
Dal 15 giugno al 2 luglio 2024
Inaugurazione: Sabato 15/06/2024 ore 17.00
Orari: venerdì dalle 15.00 alle 19.00
sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00
Strada Sotterranea Castello Sforzesco
Via XX Settembre – Vigevano