Eventi a Vigevano:

Dal 21-03-2024 al 21-04-2024
IMMAGINARE IL MUSEO
Dal 06-04-2024 al 18-05-2024
FREEDOM – Cambio Spazio
Dal 10-04-2024 al 21-04-2024
COM'ERI VESTITA?
Dal 16-04-2024 al 07-05-2024
LABORATORIO DI AUTORITRATTO FOTOGRAFICO con Irene Interlandi
Dal 19-04-2024 al 19-04-2024
LE ORIGINI DEL CAMBIAMENTO

Vedi tutti

Grazie a

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


28/02/2024 16:53
Il risultato delle elezioni regionali in Sardegna ha fatto comparire le prime crepe nel governo di centrodestra. Se sia un semplice scivolone o un segnale sulla strada che porta alle Europee di giugno lo dirà il tempo, ma intanto nelle segreterie di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega sono iniziate le riflessioni. Ed è prorio il Carroccio che deve fare i conti con il risultato peggiore: in terra sarda ha raccolto il 3,7% dei voti, un crollo rispetto all'11,4% di 5 anni fa. Sulla débacle è intervenuto nelle scorse ore anche il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, secondo cui serve fare un'analisi della sconfitta.

A chi gli chiede, però, se il risultato della Sardegna metta a rischio la leadership di Matteo Salvini, Fontana risponde così.

Il tema delle elezioni si riallaccia a quello del terzo mandato per i presidenti delle Regioni, che aveva causato tensioni nei partiti di centrodestra nei giorni scorsi. Per Salvini deve decidere il Parlamento, gli alleati sono più "freddi" sulla proposta della Lega. Fontana al momento non si sbilancia sull'ipotesi di ricandidarsi nuovamente una volta scaduto il mandato, ma si allinea alla proposta del suo partito.