Eventi a Vigevano:

Dal 12-11-2022 al 04-12-2022
ENIGMI VISIVI
Dal 25-11-2022 al 27-11-2022
NON SEI SOLA 2.0
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
Presentazione del libro: LUDOVICO IL MORO - Il Duca di Vigevano
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
INTO THE WINDS LA DANZA PERFETTA
Dal 10-12-2022 al 18-12-2022
SIMONETTA CHIERICI: Piante e insetti della macchia e delle garighe mediterranee

Vedi tutti

Grazie a

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


03/10/2022 18:24
Dopo decenni di tentativi di unirsi, una volta per tutte, finalmente c’è una data per il referendum che dovrebbe sancire, se ovviamente sarà accolto dagli abitanti, la fusione di Albaredo Arnaboldi e Campospinoso, due piccoli comuni nella pianura dell’Oltrepò Orientale già riuniti in una unione dal 9 agosto del 2000. Si voterà il 20 novembre, dalle 7 alle 23 e i cittadini dovranno esprimersi su due quesiti. Il primo riguarda l’avvio del processo di “fusione per incorporazione”, questo il termine tecnico, dei due municipi. Il secondo riguarda invece il nome del futuro comune: i cittadini potranno scegliere di cambiarlo in Campospinoso Albaredo oppure di lasciare il solo nome del comune più grande, ovvero Campospinoso. Il nuovo comune che potrebbe nascere rimarrà comunque un piccolo comune: gli abitanti di Albaredo sono infatti solo 228 e quelli di Campospinoso, pur con un aumento percentuale piuttosto significativo e in controtendenza per la zona registrato negli ultimi 20 anni, non arrivano a 1100. La decisione di procedere e di chiedere a Regione Lombardia di poter indire il referendum è stata presa nel corso dei consigli comunali di settembre. Entrambe le assemblee hanno approvato un documento secondo cui la fusione dà “maggiori possibilità di riqualificare e regolare l’offerta dei servizi, la fiscalità, le politiche ambientali, urbanistiche e di sviluppo, nonché le forme di gestione legate al funzionamento degli enti”.