Eventi a Vigevano:

Dal 21-03-2024 al 21-04-2024
IMMAGINARE IL MUSEO
Dal 06-04-2024 al 18-05-2024
FREEDOM – Cambio Spazio
Dal 10-04-2024 al 21-04-2024
COM'ERI VESTITA?
Dal 16-04-2024 al 07-05-2024
LABORATORIO DI AUTORITRATTO FOTOGRAFICO con Irene Interlandi
Dal 19-04-2024 al 19-04-2024
LE ORIGINI DEL CAMBIAMENTO

Vedi tutti

Grazie a

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


28/02/2024 15:10
Un primo passo verso il recupero dell’area ex Record, alle porte di Garlasco. Si è tenuta mercoledì mattina la prima conferenza dei servizi in cui si è parlato del futuro dell’area industriale, dismessa ormai da più di dieci anni.
Il Comune ha incontrato i rappresentanti della “Jam Logistics”, la multinazionale che si occupa di logistica aeroportuale e che da un anno e mezzo ha rilevato l’area ex Record, in cui dovrebbe sorgere un polo logistico.
Nel corso del primo incontro nella sede della Provincia l’azienda ha fatto sapere di voler terminare gli interventi di pulizia e bonifica del sito industriale, dove un tempo si producevano piastrelle per esterni.
La creazione di un polo logistico nell’ex Record era prevista da un accordo del 2005 tra il Comune di Garlasco e una società immobiliare riconducibile a una famiglia di imprenditori locali. Accordo che prevedeva nel giro di dieci anni una logistica che per le ristrettezze legate alla crisi economica non è mai decollata.
L’assessore Francesco Santagostino ha ricordato che nell’accordo originario per la logistica erano previste anche delle compensazioni pari a quasi due milioni di euro come ritorno alla collettività.
Si era parlato di un cavalcaferrovia in grado di collegare il traffico verso la zona industriale e la circonvallazione di Gropello. Ma anche in questo caso il progetto non è mai andato in porto.
Una recente revisione del piano delle regole, lo strumento che regola il Pgt, prevede che nell’area ex Record possano sorgere aree verdi o parcheggi. Questo, come ha spiegato l’assessore Santagostino, è però lo sviluppo successivo del progetto che dovrebbe partire nel concreto il prossimo anno, terminate le operazioni di pulizia.
Il Pd, in una nota, ha manifestato le proprie perplessità sul progetto di una logistica nell’ex Record. I “dem” contestano il rischio di inquinamento legato al transito dei mezzi nel polo logistico e, visto il recente passato, pur sperando di essere smentiti, sollevano dubbi sui posti di lavoro promessi dall’azienda.