Eventi a Vigevano:

Dal 12-11-2022 al 04-12-2022
ENIGMI VISIVI
Dal 25-11-2022 al 27-11-2022
NON SEI SOLA 2.0
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
Presentazione del libro: LUDOVICO IL MORO - Il Duca di Vigevano
Dal 04-12-2022 al 04-12-2022
INTO THE WINDS LA DANZA PERFETTA
Dal 10-12-2022 al 18-12-2022
SIMONETTA CHIERICI: Piante e insetti della macchia e delle garighe mediterranee

Vedi tutti

Grazie a

Cerca nel sito

Cerca telefono

cognome o nome azienda

Videonews


03/10/2022 16:55
Il prossimo passo saranno i droni. Le fototrappole, infatti, a Vigevano paiono non bastare per arrivare a scoprire i tanti che abbandonano rifiuti. Nei primi nove mesi dell’anno la polizia locale ha elevato 117 multe in città, a seguito di 390 appostamenti. In pratica a Vigevano scatta una multa ogni due giorni per violazioni concernenti i rifiuti. Le più gravi riguardano gli ingombranti, ma la maggior parte delle irregolarità sono per i piccoli abbandoni, quelli accanto ai cassonetti del verde o alle campane del vetro. Dal comando di via San Giacomo, insieme alle foto di alcuni “vuncioni” colti in flagrante, sono stati forniti alcuni identikit. L’abbandono generico dei sacchetti di rifiuti, quello più diffuso, è solitamente opera di vigevanesi. A sbagliare le modalità di esposizione della raccolta differenziata sono invece perlopiù gli stranieri, tanto che dal comune hanno contattato i rappresentanti della comunità islamica per avviare una sensibilizzazione. Gli abbandoni che prendono di mira punti precisi, poi, sono storia a sé: organizzati e premeditati. Le registrazioni delle fototrappole dimostrano che ci sono persone che tengono d’occhio le discariche abusive più grandi e vanno immediatamente a scaricare rifiuti non appena vengono ripulite. Un affare organizzato, insomma. C’è infine la particolarità di commercianti ed esercenti che non vogliono tenere il bidone della differenziata davanti al negozio e lo spostano in strada (cattiva abitudine che era frequente, ad esempio, in zona mercato coperto): 9 le multe scattate per questo motivo, che ricade nell’occupazione abusiva di suolo pubblico. Per il futuro, come detto, si sta studiando la possibilità di utilizzare il drone, che finora la polizia locale di Vigevano impiega per controllare gli abusi edilizi. Nel frattempo, gli agenti vanno avanti a visionare migliaia di filmati delle fototrappole e ad aprire centinaia di sacchetti abbandonati, per raccogliere prove contro chi sporca.