Bando Innodriver III Edizione Regione Lombardia: Il progetto "Pos_AbilitI"

  • Categoria: Progetti Aperti
  • Pubblicato: Giovedì, 15 Luglio 2021 09:50
  • 15 Lug

Vigevano Web srl è il Centro Ricerche e Trasferimento Tecnologico (CRTT) accreditato QuESTIO individuato da COMSERVIZI SRL per la realizzazione di "Pos_AbilitI: POS_ABILitazione in Italia per gli esenti IVA", progetto di ricerca e sviluppo di un sistema evoluto di incasso, attraverso carte di debito e di credito e altre forme di pagamento elettronico, dei corrispettivi delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi che, in ottemperanza alla Legge di Bilancio, rende possibili la memorizzazione, l'inalterabilità  e la sicurezza dei dati, e che consente di assolvere mediante tali sistemi all'obbligo di memorizzazione elettronica e di trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri.

Onde poter favorire la certificazione fiscale con il POS, attraverso il presente progetto, Comservizi ha inteso studiare una soluzione tecnologica con caratteristiche coerenti con quanto disposto dai provvedimenti del direttore dell'Agenzia delle entrate, per permettere così ai commercianti al dettaglio, alle imprese artigiane e agli altri contribuenti Iva esonerati dall'obbligo di fatturazione, di fare a meno di trasmettere i corrispettivi all'agenzia delle entrate mediante il registratore telematico o la procedura web.

Il presente progetto è riconducibile alle attività di ricerca e sviluppo promosse dall’associazione nazionale di categoria Comufficio (categoriale di Confcommercio per il settore delle macchine per ufficio e dei registratori telematici in particolare) nel quadro delle azioni di sistema volte a migliorare tecnologicamente il comparto. In particolare, Comservizi, che di Comufficio è l’impresa che eroga i servizi agli associati, ha condotto un programma di investimenti che consentissero di inquadrare le tematiche tecniche e fiscali del pagamento tramite POS, costruendo un “fascicolo scientifico” nella prospettiva di sviluppare un “tool tecnologico” che possa incontrare le esigenze di praticità e snellezza degli esercenti e degli artigiani (e più in generale dei soggetti economici che agiscono in esonero conto iva) con le prescrizioni e gli obblighi fiscali che derivano dall’attuale processo di evoluzione normativa nella direzione di una sempre maggiore trasparenza nelle transazioni.

In fase di presentazione dell’istanza progettuale al Bando Innodriver (Gennaio 2020) si era infatti prefigurata una “condizione all’ingresso” – che non ha tenuto (e non avrebbe potuto tenerne) conto – dell’impatto che l’emergenza COVID-19 avrebbe avuto sulle attività commerciali e sugli sviluppi tecnologici in ambito ICT. Al Al momento di avvio del progetto (Agosto 2020) si è dovuto constatare che:

- l’emergenza COVID-19 ha costituito un forte incentivo alla diffusione dei pagamenti contactless;

- l’agenda fiscale italiana è entrata in regime temporaneo, rendendo difficile una programmazione precisa;

Per questo motivo l’intervento di progetto si è concentrato sulla ricognizione tecnologica, ampliando le prospettive di applicazione dei pagamenti elettronici in un sistema a venire che si prefigura come “ibrido” tra il negozio fisico e quello virtuale.

All’atto della presentazione dell’istanza di progetto, ci si poneva l’obiettivo di conseguire i seguenti risultati:

O1. produrre quale output di progetto il tool tecnologico completo e pronto per l’utilizzo da parte delle imprese associate a Comufficio;

O2. consolidare presso gli associati l’immagine di Comufficio quale categoriale in grado di fornire soluzioni all’esigenza di conformarsi tempestivamente alla rapida mutevolezza della normativa in materia fiscale e tributaria;

O3. rafforzare la posizione di Comufficio sul mercato dei produttori di sistemi di pagamento, intercettando nuove imprese associate;

O4. consolidare il ruolo di Comservizi quale fornitore di servizi tecnologici;

O5. trasferire l’output di progetto agli associati in modo da far completare loro l’implementazione con l’obiettivo di rilasciare al pubblico la soluzione a partire da giugno 2021.

Al termine delle attività di progetto si sono conseguiti i seguenti risultati:

O1. Prendendo atto della inattesa “condizione all’ingresso”, il tool tecnologico ha assunto la forma di un “fascicolo ricognitivo” che fotografa lo stato dell’arte rispetto a quanto il mercato ICT offre o offrirà nell’immediato circa l’implementazione evoluta dei pagamenti elettronici;

O2. Pienamente conseguito

O3. Pienamente conseguito

O4. Pienamente conseguito

O5. L’attività di disseminazione è stata avviata nel mese di Giugno 2021 secondo un calendario di incontri in presenza e in forma di webinar fino a Settembre 2021.